Terapia dello stress e del dolore cronico
Terapia dello stress e del dolore cronico

Analgesici Oppioidi

Oltre alla via di somministrazione è ovviamente importante l'effetto intrinseco del famaco che è legato alla potenza analgesica ed alla sua durata di azione (emibita plasmatica) ed alle vie di eliminazione.

Un famaco ottimale per la sua azione talvolta non può essere utilizzato per il rischio di accumulo se ad esempio la via principale di eliminazione è qella epatica ed il paziente soffre di insufficienza epatica.

Si può quindi facilmente comprendere che la scelta del famaco è soggetta ainnumerevoli elementi taluni in netto contrasto fra loro e merita una attenta valutazione da parte dell'algologo.

Di seguito viene riportata una tabella di equipotenza dei principali analgesici oppioidi

Tabella di equianalgesia dei farmaci oppioidi in milligrammi
(da Oxford Textbook of Palliative Medicine, modificato)
  Intramuscolare Orale
Codeina 130 200
Propossifene   130
Morfina 20 60
Metadone 10 20
Ossicodone 15 30
Buprenorfina 0,3 0,4 (sublinguale)



Come si può osservare ossicodone è circa 2 volte più attivo della morfina, mentre la codeina (oppiode minore) ha meno di tre volte la potenza della morfina.

Effetti collaterali

Effetti collaterali della morfina e degli analgesici stupefacenti sono:
- sensazione di euforia e benessere che può condurre all'abuso
- depressione del centro del respiro
- depressione del centro della tosse
- stimolo del vomito per azione sulla zona chemocettrice a scatto
- stipsi, crampi addominali
- sonnolenza
- prurito
- stimolo della diuresi, ma con aumento della difficoltà per contrazione del muscolo sfintere
- miosi (contrazione pupilla)
- vasodilatazione ed ipotensioneDiminuzione fino alla scomparsa dell'effetto farmacologico di farmaci somministrati ripetutamente a brevi intervalli di tempo. È una sorta di abitudine .
- stimolo del rilascio di ormone antidiuretico, prolattina, somatostatina, inibizione del rilascio di gonadotropine
- dà dipendenza fisica e psichica in chi l'assume per gli effetti euforizzanti (abuso).

La interruzione immediata della terapia può condurre alla sindrome da astinenza.

La sindrome da astinenza provoca iniziali irrequietezza motoria, midriasi, sudorazione, rinorrea, sbadigli; successivamente tremori, tachicardia, ipertermia, forti crampi, nausea, vomito, diarrea.
In chi soffre di dolore cronico sia la dipendenza che l'asinenza sono meno fequenti e gravi di quanto non succeda nell'usovoluttuario degli oppiacei


Anche nell'impiego terapeutico defli oppiodi si manifesta il fenomeno della tachifilassi ovvero diminuzione fino alla scomparsa dell'effetto farmacologico del farmaco somministrato ripetutamente a brevi intervalli di tempo. È una sorta di abitudine al farmaco.

L'algologo porrà rimedio a questo fenomeno con la cosiddetta rotazione degli analgesici oppioidi.

Quando si comincia ad avvertire la necessità di aumentare in modo importante i dosaggi per mantenere un buon sollievo l'algologo provverà a introdurre un nuovo oppiode  riducendo così la tachifilassi.

Nella pratica clinica gli effetti collaerali descritti possono comparire nei soggetti che non hanno mai assunto oppiacei (soggetti naive) ma in genere scompaiono spontaneamente nel giro di pochi giorni.

L'unico effetto collaterale persistente è la stipsi che costituisce un reale problema. Per tentare di risolvere questo fastidioso effetto, che si realizza per azione diretta degli oppiacei sui recettori presenti nell'intestino, sono state realizzate delle formulazioni di oppiacei per os associati ad antagonisti recettoriali (naloxone) a breve durata di azione che quindi esplicano la loro azione solo durante il passaggio intestinale riducendo la stipsi.

Il Team di Dolore & Sollievo è costituito da medici algologi, psicologi ed altri operatori sanitari. Lo scopo del sito è diffondere le conoscenze relative al dolore e stress cronico ad un pubblico di non addetti ai lavori e favorire la consapevolezza del diritto ad un adeguato trattamento.Il Portale comprende anche un Blog dove, chi lo desidera, può esporre le proprie esperienze e leggere quelle degli altri, favorendo utili scambi di informazioni.Inoltre, solo per chi lo richiede, sono previsti alcuni servizi utili al paziente e al proprio Medico curante che sono forniti ad un costo minimo dovuto alle spese vive di gestione segretariale ed informatica.

I dati eventualmente registrati sono utilizzati ai soli fini dichiarati esplicitamente, nessuna informazione sarà ceduta a terzi o a società. Tutti i componenti del Team sono tenuti al più stretto segreto professionale

Medicina del Benessere

Molti Utenti del sito ci hanno chiesto di occuparci anche di quelle forme di dolore che non sono per gravità importanti, ma sono in grado di indurre uno stato di malessere. Dolori diffusi o localizzati e migranti, che sono accompagnate da malessere generale, scarsa propensione all'ottimismo, stanchezza cronica, tensione muscolare ed ansia. In effetti queste forma di dolore, in cui la componente fisica e quella psichica si sommano e si automantengono, sono tutt'altro che rare, ma poichè hanno un aspetto mutevole e poco definito finiscono per essere trascurate dal Medico e sopportate con disagio dal paziente. Insoddisfazione, paura del futuro, frustrazioni esclusione e molte altre forme di stress e disagio psichico sono spesso associate a patologie dolorose e, in questi casi, trattare il solo dolore fisico normalmente non porta ad un duraturo  miglioramento. Non sono neppure facilmente curabili con gli psicofarmaci, ricchi di effetti collaterali e alla lunga fonte di ulteriore disagio e malessere. Per affrontare queste patologie è invece necessario far ricorso a energie interne che è necessario riscoprire.

Il Team di Dolore & Sollievo si impegna anche in questo campo per fornire una ulteriore fonte di benessere a chi ne ha bisogno.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Dolore & Sollievo Via Cassanese 194 20090 Segrate Partita IVA: